Scalping

SCALPING

La tecnica dello Scalping è una delle strategie più diffuse nell’ambito del trading sportivo sulle piattaforme di Betting Exchange.
Fare lo scalping potrebbe essere letto letteralmente come “fare lo scalpo” dall’inglese “to scalp” ma nell’ambito della borsa e del trading finanziario consiste nella tecnica per cui si specula su tanti piccoli movimenti di mercato cercando di avere un guadagno dalla oscillazione delle quote (posizioni).

Trading delle scommesse

Abbiamo già detto che il Betting Exchange può essere considerato come una sorta di Trading Sportivo o (borsa delle scommesse) dove le quote offerte dai trader (gli utenti) in modalità punta e banca sono in continuo movimento.

Lo scalping sfrutta proprio questi movimenti (oscillazioni) per trarre un profitto. Andiamo ora a spiegare nel dettaglio come funziona questa tecnica con degli esempi pratici, prima però dobbiamo introdurre due concetti: la posizione e il tick.

Posizione

Ogni giocata fatta da un trader, sia questa in modalità back (punta) o lay (banca), si chiamaposizione e consiste in una quota. Ad esempio una posizione può essere bancare la squadra A a 1.40 oppure puntare la squadra B a 3.50. La nostra posizione sarà nel primo caso 1.40 in modalità Banca (lay in inglese) e nel secondo caso sarà invece 3.50 in modalità Punta (back in inglese).

Tick

Il tick è la minima variazione decimale di una quota, ad esempio se una quota è 1.80 e diventa di 1.81 allora c’è stato un tick di rialzo. Se la quota passa da 1.80 a 1.85 allora c’è stata una variazione di 5 tick verso l’alto, viceversa se dovesse scendere a 1.70 allora c’è un ribasso di 10 tick.
In pratica il valore delle quote delle scommesse sportive nel Betting Exchange corrisponde al valore dei titoli in borsa. L’oscillazione di questi valori ci consentiranno di poter effettuare il trading, cioè la vendita o l’acquisto delle posizioni e ottenere così un guadagno.

Il trading lo possiamo fare sia in modalità Punta che Banca e il meccanismo è semplice e lo descriviamo di seguito, i casi sono due da Punta a Banca e da Banca a Punta.

Scalping da Punta a Banca

Se puntiamo su una quota allora potremo fare lo scalping se questa scenderà di almeno un tick. Ad esempio se puntiamo 100 euro sulla Roma vincente a 1.80 e questa scende a 1.79 allora potremo bancare 100 euro su 1.79. In questo caso avremo il guadagno di un euro se la scommessa andrà nella direzione prevista, quindi la vittoria della Roma, in qualsiasi altro risultato invece non perderemo nulla.

Infatti se la Roma vincerà avremo gli 80 euro di profitto del Punta a cui togliere i 79 euro della responsabilità del banca per un totale di 1 euro. Nel caso opposto invece vinceremo i 100 euro della scommessa banca a cui però dobbiamo togliere i 100 euro messi sul punta quindi il guadagno sarà 0, in questo caso si parla di scommessa in VOID.

È importante memorizzare questo meccanismo ogni qualvolta dobbiamo capire se abbiamo generato un profitto o una perdita con il betting exchange.
Quando si calcola la vittoria del Punta dobbiamo prendere il profitto (80) e sottrarre la responsabilità del banca (79).
Quando invece dobbiamo calcolare la vincita ottenuta con il Banca invece dobbiamo prendere l’importo inserito nel campo Scommessa di Punta (100) e sottrarre il campo Importo Scommessa inserito nel Punta (100).

Scalping da Banca a Punta

 

In questo caso si applica la logica inversa a quella precedentemente riportata, inizialmente bancheremo una quota e poi quando questa si alzerà ci punteremo sopra.
Facciamo un esempio pratico, banchiamo l’Osasuna (quindi in pratica puntiamo contro il fatto che vinca) a 2.80 nel momento in cui la quota sale a 2.82, possiamo fare lo scalping facendo Punta su quest’ultima quota. A quel punto avremo una vincita di 2 euro se il nostro budget è sempre di 100 euro. Se invece l’Osasuna vincerà il match perderemo la scommessa ma non avremo nessuna perdita.

Questo perché se l’Osasuna sarà vincente otterremo i 182 euro del Punta meno i 180 euro di responsabilità del banca per un totale di 2 euro.
Nel caso in cui invece l’Osasuna non vinca otterremo la vincita di 100 euro del banca (Scommessa di Punta) al quale dobbiamo però sottrarre i 100 euro messi sul Punta (Importo Scommessa) quindi la schedina andrà in VOID, non vinceremo e non perderemo nulla.

Commissioni

Per semplicità abbiamo riportato i guadagni lordi, in realtà su tutte le vincite ottenute da ogni trade, quindi da ogni chiusura di posizione, si applicheranno le commissioni previste dalla piattaforma di Betting Exchange che in genere sono intorno al 5%, queste dipendono dal bookmaker.
Comunque sia sono minime rispetto al guadagno e quindi ad esempio se tramite la strategia dello scalping in una giornata facciamo un utile lordo di 200 euro e la commissione è del 5%, l’utile netto sarà di 190 euro.

Svantaggi

In genere chi opera con la tecnica dello scalping ha bisogno di muovere cifre importanti perché trae beneficio da singoli spostamenti di tick, questo può essere sia una forte limitazione per la maggior parte degli utenti sia un grosso rischio nel caso in cui si sbagli la direzione della scommessa.

Inoltre chi utilizza questa tecnica opera su molte partite contemporanee al giorno richiedendo una sforzo in termini di concentrazione e in termini orari molto elevati, perdendo la “poesia” della scommessa.

Gli scommettitori che invece vogliono trarre il massimo del profitto dal Punta e Banca senza utilizzare lo scalping possono utilizzare le numerose strategie betting exchange che abbiamo messo a disposizione.

 

Contatti

THE BETTING WIZARD
Winner bets
Predictions
Casino online

© 2014-2017 Tutti i diritti riservati.

Powered by THE BETTING WIZARD